Aosta, “Mia Martini. Almeno tu nell’universo” al Festival della parola Les Mots

Il 3o maggio sarò ospite al Festival della parola “Les Mots”, organizzato dalloLes Mots scrittore e critico letterario, Arnaldo Colasanti, per presentare il mio ultimo libro, “Mia Martini. Almeno tu nell’universo” (Imprimatur).

La rassegna si terrà ad Aosta dal 22 maggio al 7 giugno, in piazza Chanoux. A presentare i loro nuovi lavori ci saranno anche Paolo Crepet, Andrea Scanzi, Roberto Gervaso, Catena Fiorello, Pietrangelo Buttafuoco, Flavio Insinna e tanti altri.

Attraverso questo link è possibile consultare il programma completo e scaricarlo in pdf:

http://www.regione.vda.it/cultura/eventi_spettacoli/eventi/in_corso/babel/default_i.asp

“Mia Martini. Almeno tu nell’universo” su Repubblica.it

Oggi ricorrono vent’anni dalla scomparsa dell’immensa Mia Martini. Molte

Copertina libro "Mia Martini - Almeno tu nell'universo"
Copertina libro “Mia Martini – Almeno tu nell’universo”

testate giornalistiche stanno giustamente ricordando una delle voci più intense e vere della musica italiana. Sul sito de La Repubblica è uscita una fotogallery in cui si parla anche del mio libro dedicato a Mimì, “Mia Martini. Almeno tu nell’universo” (Imprimatur).

Ecco il link:

http://www.repubblica.it/spettacoli/musica/2015/05/12/foto/mia_martini-113879472/1/#1

Da oggi in libreria “Mia Martini. Almeno tu nell’universo”

Dopo la biografia del grandissimo Maestro Califano, ho realizzato un ritratto umano e artistico di un altro mito della musica italiana: Mia Martini. Da oggi in libreria “Mia Martini. Almeno tu nell’universo”(Imprimatur, euro 16), il mio quinto lavoro. Sotto potrete leggere una breve presentazione del testo.

“Mia Martini. Almeno tu nell’universo” (Imprimatur, euro 16)

Domenica, Mimì, Mia. Una donna con un mondo interiore immenso e con una

Copertina libro "Mia Martini - Almeno tu nell'universo"
Copertina libro “Mia Martini – Almeno tu nell’universo”

voce unica. Le sue canzoni, gli amori, le ingiustizie, le rinascite: la sua vita.

Con interviste esclusive a Enzo Gragnaniello, Mimmo Cavallo, Adriano Aragozzini, Gianni Sanjust, Leda Bertè.

Dai primi passi nel difficile mondo della musica ai successi indimenticabili degli anni Settanta, all’abbandono delle scene degli anni Ottanta, per poi tornare con la splendida Almeno tu nell’universo presentata sul palco di Sanremo in una esibizione da brividi. E ancora la riconciliazione con la sorella Loredana, la carriera in ascesa e poi la morte improvvisa, tragica, assurda. Un racconto commovente e documentato anche con interviste esclusive, che ripercorre la carriera musicale nel dettaglio e in parallelo le vicende familiari e private che tanto hanno influito sulla profondità espressiva di un’interprete eccezionale.

Un talento riconosciuto e amato nel mondo, che in Italia non ha potuto esprimersi pienamente a causa di una maligna diceria. Vent’anni sono trascorsi senza Mimì, ma la sua voce continua a cantare e a emozionare

Da oggi in libreria “Franco Califano. Non escludo il ritorno”

Copertina libro "Franco Califano. Non escludo il ritorno"
Copertina libro "Franco Califano. Non escludo il ritorno"
Copertina libro “Franco Califano. Non escludo il ritorno”

Una breve presentazione (a cura della casa editrice) del mio quarto ‘figlio’. Oggi è uscito in tutte le librerie d’Italia e nei negozi online.

“Franco Califano. Non escludo il ritorno – Storia, canzoni, leggenda” (Imprimatur Editore, euro 14.50)

Spaccone e fragile. Generoso e ingenuo. Franco Califano è stato uno degli artisti più discussi della canzone d’autore italiana. Spesso di lui è arrivata prima la fama di tombeur de femmes e poi la poesia. Prima i guai giudiziari e poi i versi indimenticabili. Questo libro compie il grande salto: mettere in primo piano le sue canzoni, intrecciandole alla vicenda umana di un artista che ha vissuto sempre al massimo. Dall’infanzia nei collegi all’adolescenza nella borgata. Dai primi passi come autore alle collaborazioni con Mina, Mia Martini, Ornella Vanoni e Peppino di Capri. Poi il legame fraterno con Luigi Tenco e Piero Ciampi e gli anni del successo e degli eccessi. Il libro ripercorre anche i momenti terribili degli arresti, il primo nel 1970 e il secondo nel 1983, di cui si sentiranno gli echi rispettivamente negli album ’N bastardo venuto dar sudImpronte digitali. E poi la depressione per il secondo processo e le accuse infamanti dei pentiti; l’amarezza per non essere stato riabilitato dai media e dall’opinione pubblica dopo la seconda assoluzione, come invece successe a Enzo Tortora. Seguì l’oblio degli anni Novanta, quando tutti sembravano essersi dimenticati del “Califfo”, fino alla rinascita e alla scoperta del suo repertorio da parte dei giovani, anche grazie a Fiorello e alle sue imitazioni. Tra le pagine c’è spazio per i grandi amori della sua vita e per le esperienze cinematografiche, dai cammei ai ruoli da protagonista nei film Gardenia: il giustiziere della mala (1979) e Due strani papà (1983). Ma anche per il suo rapporto con la politica e con i colleghi. Il racconto è completato dalle testimonianze di Frank Del Giudice e Alberto Laurenti, amici e collaboratori storici di Franco Califano.